martedì 6 marzo 2018

aspettative e miracoli troppo piccoli

ho un pz che tre anni fa stava morendo di insufficienza epatica per una bruttissima epatite C. Poi è arrivato il Sofosbuvir e al mio paziente, che stava troppo male per rientrare nei criteri di somministrazione normale, venne dato in via compassionevole, come si dice. Cioè tanto per dire non te lo neghiamo, ma sappi comunque che non hai speranze. Il sofosbuvir ha funzionato, il paziente è guarito dalla sua epatite C, la sua insufficienza epatica si è ricompensata più o meno e non morirà più, almeno per ora. Ma indovinate? Non è mica contento. Si sente stanco, non sta bene, fa fatica a fare le cose. Non abbiamo fatto il miracolo, insomma, o comunque non il miracolo  più grande che voleva lui. Ecco, fare il medico oggi è così.

Nessun commento:

Posta un commento