giovedì 3 gennaio 2013

la casa è la casa

Torno a casa, dopo parecchio tempo. Sono successe molte cose, in questi ultimi anni. La mia vita è cambiata e cambierà ancora, ma una cosa in me non cambia.
Non riesco a trarre alcun piacere dal litigio, dalla competizione, dalla lotta.
La gara per il potere, poi, non mi appartiene.
Credo che questo sia una grossa mancanza nel mi carattere, non lo trovo positivo.
La domanda è quindi se vi sia modo di capire cosa mi rende tanto disgustoso il contendere e se possa essere in grado di superare questo disgusto e imparare a difendermi come fanno tutti.
Potrebbe essere l'argomento per una nuova psicoterapia, se avessi i mezzi per pagarmene una.
Eh, le famiglie costano.


Ma, insomma, torno a casa e non era questa la cosa importante che volevo dire. Era quest'altra: il blog mi mancava. Mi mancava un luogo dove la mia opinione avesse uno spazio a prescindere, dove non fosse coperta e soffocata da altre. In una parola è meglio il blog, molto meglio il blog rispetto a facebook :D

5 commenti:

  1. condivido il tuo disgusto ma non trovo che sia un limite, anzi. ho pure contagiato la prole e su questo fatto invece qualche dubbio mi viene. simona

    RispondiElimina
  2. Anche io sento esattamente la stessa cosa... il peggio è non capire se è una cosa di cui essere felici o tristi... in ogni caso:

    Bentornata a casa!

    RispondiElimina
  3. Ciao Cecilia,
    seguendo i buoni propositi dell'anno nuovo, che vorrei fosse guidato da più assertività, vengo ad augurarti un buon anno e a dirti che spero di leggerti più spesso
    :)

    RispondiElimina
  4. Da qualche mese ho aperto il blog pure io e ho abbandonato facebook. Inutile dire che concordo pienamente. Piuttosto, e' un peccato che quest'ultimo post sia di tre mesi fa. Spero che con un impegno di meno ora tu possa ricominciare a coltivare di nuovo il piacere di scrivere.

    RispondiElimina