giovedì 2 agosto 2012

Caldo, frutta e vecchie abitudini

Ancora frutta, ancora piu' di quanta nn riusciamo a mangiarne o a regalarne a nostra volta. E quindi, siccome a me non piace buttare via il cibo, ancora marmellata.

Ieri ho completato quella di pesche con uva e the'. Oggi ancora pesche noci, ma stavolta con fiori di gelsomino.

E' andata cosi': cercavo delle idee, per cambiare, ed ho trovato una ricetta di pesche con fiori di limone. Ora, io non ce li ho i limoni in giardino, cosi' dovevo ripiegare su qualcosa d'altro. Ero convinta di avere dei fiori d'arancio secchi, ma ricordavo male, erano rimasti solo dei fiori di gelsomini.
Cosi' ecco come ho fatto.

Ho preparato un chilo di polpa di pesche noci tagliata a cubetti, l'ho bagnata con quattro cucchiai di su co di limone.
Nella mia casseruola di rame ho versato un bel bicchiere d'acqua, l'ho portata a bollore e ci ho messo quattro cucchiaiate di fiori di gelsomino, li ho fatti bollire per due o tre minuti, fino a che non hanno sprigionato il profumo. A quel punto ho aggiunto la frutta ed ho cotto per cinque minuti, piu' o meno, fino a che la pesca noce, che era croccantissima, non si e' ammorbidita.
Ho spento il fuoco, ho aggiunto 750 grammi di zucchero gel, ho mescolato e lasciato a macerare per un'oretta.
Ho riacceso il fuoco, portato a cottura, aggiunto un grosso cucchiaio di miele millefiori e invasettato bollente.
Il profumo e' davvero molto buono, il sapore assolutamente particolare, una nota esotica sulla pesca nostrana..

In frigo a macerare ci sono i limoni di sorrento perr la marmellata di limoni mallorquina raccontata da Comida de mama. Faccio appena a tempo a completarla prima di partire per il mare. Buona vacanz a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento