martedì 22 maggio 2012

Mattina

Mattina triste. Prendo accordi con la collega ANT per assistere le ultime settimane di vita di un ragazzo che potrebbe essere mio figlio. Poi parlo con la mamma. Ci sono sempre spazi per illudersi, per una mamma. Per contrattare, per sperare in un giorno in piu', un mese in piu'. Quando rientro a casa ed abbraccio i miei figli li tengo stretti e sono felice di saperli ancora sani. La vita e' molto piu' semplice di quanto pensiamo, soprattutto di questi tempi in cui abbiamo aggiunto troppi fronzoli a tutto ed abbiamo perso di vista le cose davvero importanti. Buona giornata a voi.

1 commento: