martedì 19 aprile 2011

la folla nella rete

Mi ricordo quando eravamo pochi, quaggiù nella rete. Era una rete piccola, conoscevo tutti. Ora no. Ora non conosco più nessuno, o quasi.
Ora nella rete c'è Repubblica e il Corriere, c'è Facebook dove ci siamo tutti, e i bloggers sono una tale marea, magari con meno di dieci post all'alltivo e sono anche troppi per quel che hanno da dire. Ora ci sono siti di "incontri" di ogni genere e i forum si sprecano, per parlare di cosa non si sa. I giornalisti non hanno più il coraggio di definire "articoli" le loro produzioni e "testate" i luoghi in cui le pubblicano, così li definiscono "post" sui loro "blog".
Ma mi facessero il piacere! Loro sono blogger e io? niente, va là.

Non voglio dire nulla, nella rete c'è sempre stato del rusco, dalla pedofilia a scendere, però nella sua parte sana era un posto di gente che pensava. Ora, non so. Stiamo diventando una minoranza pure qua.

1 commento:

  1. Non siamo una minoranza, è che adesso tutti si spacciano per blogger, perchè il blog fa figo, solo che gli ultimi arrivati hanno ben poco da dire, tranne che l'arrivare per spiare dal buco della serratura.

    RispondiElimina