venerdì 9 luglio 2010

riflessioni oziose sulla vita, l'universo e quasi tutto quanto

orbene, leggevo tempo fa che spazio e tempo sarebbero qualità emergenti, cioè non esisterebbero indipendentemente, ma emergerebbero dalla materia come è.
oggi pomeriggio mi veniva da pensare che, se accettiamo questa cosa, allora tornando alla faccenda dell'indeterminazione, della funzione d'onda delle particelle, insomma tutto ciò appare assolutamente , ecco, logico non è la parola adatta, la parola adatta non la so, ma è chiaro che deve essere così. Ora io lo so che qualcuno mi dirà: scusa, caps, chiaro un accidenti, queste sono le tue solite cazzate presuntuose, va bene, insomma a me è parso così.
E visto ciò, mi allargo sulla espressione "io E la mia vita". Che fa il paio con "il mio corpo E la mia anima", "il mio cervello E la mia mente" e via di questo passo. Non c'è un "io" che si accompagna ma si distingue dalla "mia vita". nel momento in cui la vita è l'insieme dello spazio e del tempo in cui "io" si trova, è chiaro che uno non può dire, per esempio: io ti appartengo, ma la mia vita è altrove. Appartenersi significa intrecciare le proprie vite nel medesimo tempo e, per quanto possibile, in spazi strettamente confinanti. Quell'altra cosa è "desiderarsi", ma NON E' appartenersi.
Ancora: se il mio spazio e il mio tempo emergono da me, questo spiegherebbe molto bene come il tempo di alcuni sia più veloce e quello di altri più lento, il tempo di alcuni sia più "spesso" e quello di altri più "esile".
Altre cose. Ecco, la presenza fisica di una persona influisce sullo spazio e sul tempo che la contengono?
Ok, ok, sto scrivendo delle cazzate. Però sono carine, vero?

3 commenti:

  1. IlLucernaio089 luglio 2010 01:19

    la prima volta che seguo dall'inizio alla fine un argomento di fisica e ne capisco l'essenza fino in fondo...GRAZIE!!

    RispondiElimina
  2. troppo caldo per impegnarmi in una riflessione del genere

    RispondiElimina
  3. che razza di perverso bastardo sei, filippo! lo sai benissimo che so che sto scrivendo cazzate, l'ho appena detto, ma sono cazzate carine, no? e se tu puoi trattare l'indagine psichiatrica come banco di prova del principio olografico perché io non posso fare l'inverso?

    RispondiElimina