mercoledì 11 novembre 2009

influenza campana

L'influenza dalle mie parti, questa suina intendo, è proprio una robetta. Tre giorni di febbre, dolori articolari e mal di testa. Qualche otite, poche, e sinora, tra i miei pazienti, due focolai presto risolti.
Oggi alle tre del pomeriggio, in Campania, è morta per influenza l'ex moglie di mio cognato.
Più giovane di me, una ragazzona bella e piena di vita. Che lascia quattro figli, due ancora ragazzini.
Io mi sto chiedendo come mai.
Va bene, fumava. Ma. Non capisco ugualmente la differenza tra la virulenza in quel di Napoli e la virulenza in quel di Bologna.
Io domani vaccino. Chi vuole. Con più convinzione di quella che avrei avuto fino a ieri.
Mia sorella, che è una strana ragazza e che aveva stretto una amicizia vera e profonda con la madre dei figli di suo marito, è affranta.

7 commenti:

  1. Però scusami, te lo chiedo da medico perché io magari sono ignorante: anche le 'banali' influenze qualche morto l'anno regolarmente lo fanno e magari non essendoci tutto il tam tam sono morti che passano più inosservate. A livello nazionale qualcuno è riuscito a fare delle statistiche per vedere se la gente adesso davvero muore di più o semplicemente se ne parla d più?

    Perché perdere una persona che conosci per quella che definiamo una 'banale' influenza sembra aggiungere la beffa alla tragedia della famiglia, oper cui uno vorrebbe capire.

    RispondiElimina
  2. anch'io vorrei capire!?!?

    anche partendo dal fatto che l'influenza non è mai stata "banale"

    RispondiElimina
  3. Leggo sempre e non commento mai....Prima di tutto "Grazie" perche' la tua  competenza e' sempre accompagnata dal cuore

    E poi,visto che  da domani vaccini e con convinzione, mi viene spontanea una domanda" Se una persona ha già passato l'influenza con le caratteristiche da te descritte deve comunque vaccinarsi?" Scusa se approffitto di questo spazio ma sono sicura che mi sarai di aiuto

    grazie ancora

    Mariateresa


    RispondiElimina
  4. ecco, mi sa che è meglio se faccio un post sull'influenza, così rispondo a tutti. Ci sono altre domande? stasera provvedo, pazientate una ttimo. Capsicum

    RispondiElimina
  5. In effetti questa influenza, la psicosi e le vaccinazioni, provano, provano anche la pellaccia più dura

    RispondiElimina
  6. Non mi dispiacerebbe andarmene con un'influenza.
    La morte improvvisa a cui pare condannarmi la familiarita` mi sembra una fregatura: neanche un momento per capire cosa stia succedendo.
    Altre morti abbastanza comuni sembrano vere e proprie persecuzioni divine.
    In mancanza di un'eroica morte urlando "Viva l'Italia", ben venga l'influenza. Parlo per me stesso, signori (chiarisco prima di essere ostracizzato); non sono tanto felice di vivere in questo mondo. A voi auguro una serena, lunga vecchiaia in piena salute.

    RispondiElimina
  7. I pazienti miastenici devono/possono vaccinarsi?

    L'AUSL invia la lettera di invito in quanto "sofferenti di malattie croniche".

    Gli specialisti neurologi dicono in genere no ai vaccini per evitare riattivazione miastenia.

    Chi ha ragione secondo te?

    RispondiElimina