lunedì 2 novembre 2009

come ci si veste l'un l'altro?

Questa buffa cosa mi chiedevo, e la stessa cosa s'è chiesto l'autore della filastrocca. Ah, e perché, pure. Volevo legarmi al suo centro è bellissimo, secondo me. Con "una veste pesante, ardente d'amore e di fuoco" e di un rosso accecante e intrisa pure di sangue.
Ma non funziona. La veste rossa e calda e pesante e ricca di tutto. Non funziona. Vale più una veste tessuta di preghiere, pensieri, vento, niente.

Tanto il vuoto non è vuoto, e noi siamo una canzone; canzoni cantate insieme, è il massimo dell'ascolto che possiamo trovare, credo. E voci di Sirene.

baci.
Caps.

Nessun commento:

Posta un commento