sabato 13 giugno 2009

DOPPIA VITA

Uno dice, ma che fai se non dormi? ah, non so, un paio di teglie di crescente ai cereali, per esempio; e una tisana del dopo mezzanotte. E scrivo un post, anche lungo, o leggo un libro.
Campione oggi mi ha chiesto dei miei esami e della mia insonnia, ed ha espresso il parere ch'io faccia parte della schiera degl'insonni sani. Invidiabile schiera, aggiunge. Di chi vive due volte.

7 commenti:

  1. :)


    Da quanto dura questa insonnia?


    (io ho l'insonnia mattutina, crollo prestissimo la sera e prestissimo mi sveglio la mattina)


    RispondiElimina
  2. è cominciata lentamente, anni fa. Ti dirò, non mi ricordo neppure esattamente quando. Ma probabilmente è stato dopo la fine delle guardie notturne: questa data me la ricordo: aprile 2000. Prima dormivo sempre tutta la notte,le notti in cui potevo dormire.

    Ho cominciato ad andare a letto sempre più tardi; e a svegliarmi la notte, due, tre volte, quattro, mentre l'orario del risveglio rimaneva fisso, è chiaro.

    Poi ho cominciato a passare delle notti completamente in bianco. Inizialmente mi sentivo a disagio, non tanto perché al mattino mi sentissi stanca, quanto perché passare la notte a rigirarsi nel letto mi innervosiva, e mi innervosisce ancora oggi. allora la mia casa era più piccola; di notte, se ero sveglia, non avevo un posto dove andare senza disturbare gli altri, cioè mio marito e i miei due figli, così cercavo di starmene buona e ferma, al buio. Un po' di meditazione aiuta, una volta mi aiutava anche a riprendere sonno, adesso serve solo a far passare più in fretta la notte.

    Stanotte ho dormito dalle tre circa fino alle sei e mezzo, per esempio. Sto benissimo, comunque, non ho un pizzico di sonno e mi sento in forma, tranne che per il fatto che ho mangiato un po' troppo a cena.

    adesso la notte me ne rimango in una stanza lontana dalla zona notte, dove non do fastidio a nessuno.

    Se penso alla fatica che facevo nei primi anni di guardia medica per restare sveglia e attenta!

    comunque non sono sola. Sto contando gli insonni per così dire "sani" tra i miei conoscenti e devo dire che non sono pochi. Uno stimato collega mi ha detto stamattina che lui prende uno stilnox una o due volte alla settimana, e le altre notti fa come me: dorme tra le tre e le quattro ore. Lui ha osservato che d'inverno dorme più facilmente e a lungo, mentre ai primi caldi il sonno si riduce. Ora che mi ci ha fatto pensare è così anche per me.Lasciamo che il corpo funzioni a modo suo: quest mania di ipercontrollo potrebbe essere lei la vera malattia...

    E quando serve: pillolina.

    RispondiElimina
  3. certo che dopo 3 ore di sonno si e' stanchi pero'! Mi chiedo se la dormita con l'aiuto della pillolina e' ugualmente riposante o magari di piu'?

    A me l'insonnia mattutina e' iniziata andando a vivere in paesi senza tapparella, se non si riesce ad oscurare le finestre come si deve, mi sveglio quando fa giorno e non mi dispiace affatto! Quello che mi dispiace e' crollare appena fa buio! Anche perche' gli inverni olandesi hanno giornate piuttosto corte!


    squa

    RispondiElimina
  4. Perchè non mi consigli un po' il nome di queste pilloline?

    RispondiElimina
  5. ti invidio non poco. e comunque anche io faccio fatica a prendere sonno (ma ovviamente tu mi dirai che ho solo l'orologio biologico scazzato, e a dire il vero magari avresti ragione).

    by tuo figlio dal tuo account.

    RispondiElimina
  6. si, avrei ragione. perché tu non sei insonne, tu dormi di giorno, pelandrone!

    RispondiElimina