venerdì 8 maggio 2009

acqua

la mia amica paola è un'esperta di feng shui; me ne ha parlato a lungo e mi ha davvero impressionato.


Mi sono ritrovata nell'acqua, cioè mi sono riconosciuta simile all'acqua, come tipo di persona. Strano che io sia per giunta una adoratrice dell'acqua, una che si sente travolta dalla sacralità dei pozzi ipogei, delle sorgenti, delle acque termali, che trascorre in acqua intere giornate, persa nella meditazione, incantata dall'argenteo e liquido suono...


Insomma, paola, grazie.

15 commenti:

  1. ce l'ho in casa un pozzo ipogeo... chissà se ha una sacralita??

    RispondiElimina
  2. si, lo so che siere iper razionali, però io no, io sono emotiva ed estetizzante, e allora vediamo se mesa così vi ci trovate. Voi non credete nella sacralità dell'acqua, allor aperché vi indignate se la vedete inquinata, sperecata e privatizzata? avete in mente qualcosa di più sacro, a parte la vita umana e la sua dignità? se si suggerite pure, sono in ascolto. Astenersi commenti fideistici.

    RispondiElimina
  3. Scusate, non ho firmato.

    Max

    RispondiElimina
  4. Io sono membro del CICAP, eppure credo nella sacralita`. Delle persone, dei sentimenti, degli atti e anche delle cose.

    Pensa un po'!

    RispondiElimina
  5. incredibile, ho trovato qualcuno che non mi irride. grazie, max. è propio quello che intendo. non si tratta di creduloneria, io so che non vi è alcun dio in un pozzo ipogeo, ma se andate per caso nell'isola di san nicola, alle tremiti, e visitate l'abbazia, ed entrate nei resti del "bellissimo cellario", lo capite subito di trovarvi in un luogo sacro, in una grotta meravigliosa, e vi offende un po' che ne sia stato fatto un magazzino, sia pur di cibo.

    se vi recate a visitare altri santuari, le varie madonne delle acque sparse per l'italia, avete la medesima percezione. Se vi recate in alcune grotte con sorgente in nord africa, denominate abitazioni del tale o del talaltro santuomo, percepite l'dentica sacralità. Non vi resta che da domandarvi il perchè, e astenervi da giustificazioni fideistiche. Bacioni.

    RispondiElimina
  6. ah, e potreste anche chiedervi perchè le religioni localmente dominanti abbiano sentito l'esigenza di piantarvi sopra la proria bandiera e/o di demolirli, codesti luoghi.

    RispondiElimina
  7. se non più sacra almeno più immediata mi sembra l'aria... anche se più eterea

    RispondiElimina
  8. non capisco proprio cosa voglia dire "sacra".

    a parte che - credo -anche chi considera sacra l'acqua ci fa dentro pipì e altro, io credo che quello che sentiamo in certi posti - e che sento anche io, e che apprezzo - sia legato semplicemente a fenomeni culturali. basti pensare al fascino di una parola come "sorgente", per capirsi.


    comunque, tutte queste dottrine come il feng shui, basta e su concetti confusi come "energia" "sfortuna" et similia per essere prese sul serio dovrebbero essere semplicemnte provate.

    RispondiElimina
  9. oh, cinas, prese sul serio poi... sono espressioni della necessità che abbiamo di giustificare il buonsenso ammantandolo di qualcosa di più altisonante. però, se non ti fermi alla forma altisonante, le cose concrete che ci fai sono interessantissime, davvero. Paola non racconta il feng shui da rotocalco e le cose che dice sono estremamente sensate, praticabili e concrete. che poi lei creda anche a tutto il meta-buonsenso che costituisce la teoria, questo è un altro paio di maniche.

    RispondiElimina
  10. Davvero, cinas, non c'e` niente che tu riconosca come sacro?

    E poi, sinceramente, io ritengo sacra una pisciata (non scherzo).

    Penso che ti e vi piacerebbe il brano "Esiste un dio artificiale?" di Douglas Adams, all'interno del volume "Il salmone del dubbio".

    Ce l'ho, ma non ritrovo piu` la fonte web. Nel brano, che e` una conferenza in cui propugna il suo "gentile" ateismo, Adams parla anche del feng shui in un modo che mi pare simile a quello della nostra ospite.

    RispondiElimina
  11. Uf, scusate di nuovo. Sono sempre Max.

    RispondiElimina
  12. caspita, il salmone l'ha requisito il figlio e quel brano m'è scappato. Grazie, Max, me lo vado a recuperare nella bolgia della libreria del ragazzo.

    RispondiElimina
  13. uhm la tua presa di posizione nei riguardi della diuresi è stimolata dalle modificazioni parafisiologiche della quinta decade? baci

    RispondiElimina
  14. :-)))))

    Guarda che anche da ragazzo ritenevo che una bella pisciata fosse una specie di preghiera.

    E ti diro` che anche nella quinta decade godo volentieri di un'ALTRA specie di preghiera che passa da quelle parti...


    Max

    RispondiElimina