sabato 25 aprile 2009

avevo scritto un gran bel post

Argomenti: la plusdotazione come fattore di rischio per la malattia mentale, i problemi dei bambini superdotati, il disagio delle persone troppo intelligenti, il Mensa Italia, la presunzione, l'umiltà eccetera eccetera.


Splinder se l'è mangiato. E io sono stanca e non lo riscrivo, per oggi. Mi tornerà pure l'ispirazione.


Per ora vado a leggermi un libro. Comunque meno sei al convegno.

4 commenti:

  1. tema molto interessante, che peccato.

    RispondiElimina
  2. si, ma meglio così, ho più tempo per riflettere. Un gruppo di ricerca a Manfredonia sta facendo un lavoro sulla diversità come fattore di rischio per la malattia mentale. Tra i gruppi presi in esame con una Diversità/fattore di rischio ci sono i ragazzini superdotati. Che se la vedono brutta. Ricerca interessantissima. Che forse amplieremo qui da noi rendendola pluricentrica. Da qui lo spunto principale. Tornerà occasione. Saluti, anonimo.

    RispondiElimina
  3. tempi duri per i troppo buoni.... e forse anche per i troppo intelligenti ;)

    RispondiElimina
  4. da quando è successo anche a me pubblico a più riprese senza aspettare di finire di scrivere il testo!

    RispondiElimina