lunedì 30 marzo 2009

eppure

l'amore fa SEMPRE soffrire. Ogni gioia che ci porge è transitoria, ogni dolore è radicale e profondo. L'amore è la sofferenza più grave che si possa infliggere a se stessi. Per questo motivo viene tanto elogiato, sopravvalutato, indorato: dobbiamo essere convinti ad amare da una bella pubblicità, perché amare è costoso, più di un diamante, più di uno spiderino mercedes, più della pelliccia annabella, dell'orologio panerai, di più.


eppure

4 commenti:

  1. finestraverde30 marzo 2009 00:49

    amo troppo e temo l'invidia degli dei

    RispondiElimina
  2. Sarà anche come dici tu, eppure a qualsiasi età ci innamoriamo sapendo bene che prima o poi soffriremo. a 20 anni ti innamori di una persona sbagliata, a 50 ti innamori di una moto che sai non ti puoi permettere ma tutte le volte che passi da lì la vai a vedere, la accarezzi con gli occhi e con le mani sperando sempre nel miracolo

    RispondiElimina
  3. si, cris. si. eppure ci innamoriamo, eppure per amore facciamo le cose più terribili a noi stessi, eppure per amore ci rifiutiamo persino di vedere quando l'amore è morto, e lo lasciamo andare in giro per anni, fino a che non lo guardiamo, finalmente, non più putrefatto ma calcinato, con brandelli di pelle come pergamena aderenti alle squame temporali, e anche allora, anche allora.

    RispondiElimina