domenica 16 novembre 2008

un'altra settimana...

... è passata, domani è domenica e le mie "cose da fare arretrate" si trascnano invariate da un fine settimana all'altro.


due le buone novità, anzi tre, rispetto alla scorsa settimana


1- la moto si guida praticamente da sè;ma quanto è simpatica!


2- abbiamo feisbuk


3- forse riavremo presto il telefono che sta in riparazione da quattro mesi.


 


Eppure è una sola la cosa che mi ha colpito e sconvolto, e non ne voglio parlare. Solo questo voglio dire. Tutte le nostre preoccupazioni sono cazzate. Godiamoci le ore di ogni giorno e i minuti di ogni ora: vivere è soltanto e semplicemente questo ed il nostro peggiore peccato è ricordarcene solo quando scopriamo che persino il prossimo minuto non è scontato.


non è scontato.


 

6 commenti:

  1. Godiamoci ogni minuto, contempliamo la vita che abbiamo nelle persone che amiamo...

    e basta!

    Il resto può trascinarsi di giorno in giorno...

    RispondiElimina
  2. felicità pubblica e felicità privata...

    giustissimo non dare nulla per scontato. ma non è una rinuncia ripiegare solo sulla seconda?

    g.

    RispondiElimina
  3. Scusate per l'orrore di stumpa :-)

    RispondiElimina
  4. potrei parlarne a lungo. Mio marito per anni ha trattato le azioni di responsabilità contro i medici di varie aziende usl della nostra regione. Ho visto le cose più assurde. tu non hai idea di come vengano aggrediti i medici. Potrei parlarne a lungo. Dovrei farlo? non lo so. Sai, potrebbero accusarmi di parlare, come cicerone, pro domo mea

    RispondiElimina
  5. Non credo che sarebbe tempo perso. E d'altronde, le perorazioni pro domo non sono prive di interesse e ragione.

    La litigiosità giudiziale degli italiani è patologicamente forte, grazie anche alla stampa con la sua azione diseducativa quando può.

    RispondiElimina