giovedì 2 ottobre 2008

Frenetica giornata da mamma: mattino accompagnamento del piccolo, rientro veloce a casa, accompagnamento del grande, indi segreteria scuola del piccolo, di corsa all'ufficio protesi per il babbo. Tintoria, gommista, portare al piccolo il panino a scuola. A casa a preparare il pranzo del grande. Mettere in macchina la borsa con l'attrezzatura sportiva, a scuola a portarla al piccolo. Intanto si sono fatte le tre: a casa, facciamo studiare un po' il grande e sentiamo il suo resoconto della prima giornata di lezione dell'anno accademico. Andare a prendere il piccolo a scuola. Di corsa in studio per vedere le persone che avevano preso appuntamento e sentire dal giovane sostituto come è andata la giornata. alle otto di sera, finalmente, a casa, preparare la cena, aiutare il grande ad asciugarsi i capelli, accorciare i pantaloni della tuta del piccolo, controllargli la borsa, manca un esercizio di inglese, farglielo fare, doccia, lavare i denti e macchinetta, a letto il piccolo. Telefonare al grande per vedere se sta arrivando a casa, visto che è tardi. Sta arrivando. Fatto promemoria per il marito sulla lavgna di cucina. Preparo la caffettiera per domani.


Finalmente mi vado a preparare per la notte. Il marito mi raggiunge e mi informa che il mio caffè di domattina sta uscendo: ho acceso il fornello soprapensiero......


A volte noi mamme dobbiamo fare mente locale per renderci conto di che giornate mettiamo insieme.


 

5 commenti:

  1. MA MERCOLEDì O GIOVEDì? GIOVEDì è OGGI

    RispondiElimina
  2. Ed è già tatno se non facciamo esplodere la casa

    RispondiElimina
  3. giovedì ore 00,34. e ti pare che riuscivo ad accendere il pc prima di mezzanotte? ma dai!

    RispondiElimina
  4. ciao, claudietta! non riesco più a venirti a trovare, grazie della visitina. Baci

    RispondiElimina