sabato 2 febbraio 2008

LA VITA COM'E'

Ieri, visto che piove sempre sul bagnato, sono arrivati i preventivi delle riparazioni della casa al mare che il babbo ha semidistrutto e una ingiunzione di pagamento per le ICI arretrate, pure del babbo, per 4mila euro centesimo più centesimo meno.


Ho fatto una botta di conti e sommando i già noti arretrati di rusco, arretrati di bollette, i neo arrivati  arretrati di ICI, idraulico, elettricista, muratore, e le spese condominiali arretrate, quasi le diomenticavo, sono solo 1700 euri,  si arriverebbe ben oltre i ventimila euro da tirare fuori hic et nunc. Ah, spese correnti escluse... E non abbiamo neppure appurato se abbia pagato le tasse o no. Capace che gli arriva pure un accertamento Irpef.  Mi chiedo se la legge abbia qualche indulgenza per uno che si è indementito e ha combinato tutti questi casini.


Uno ci mette dieci anni per metterli da parte  ventimila euro e poi gli arriva una botta così. Viene da piangere. Viene da dire qualunque cosa.


Comunque è appurato che le famiglie che hanno un anziano inabile da assistere o un parente malato gravissimo pure da assistere, intaccano o consumano del tutto i propri risparmi per questo scopo.


Sono in folta compagnia, ecco.

1 commento:

  1. puoi sempre chiedere consulenza al commercialista di Valentino Rossi!Saluti fiscali

    RispondiElimina