venerdì 7 dicembre 2007

E' passata un'altra settimana, le mie settimane non volano: franano. Franata addosso, mattine troppo convulse dopo notti troppo brevi dopo serate troppo affollate dopo pomeriggi stipati dopo mattine franose.


non ho chiamato l'infermiere per fare il bagno al padre. non ho telefonato all'ex badante per prenderci appuntamento. non ho chiamato l'agente di viaggi per organizzare la promessa vacanza coi figli. non sono andata dal parrucchiere.


vado, invece, dal paziente col trousseau. non so se vi ho mai detto come sono belli i suoi figli. la maggiore delle ragazze ha un metro e mezzo di capelli biondo rossi, una di quelle bionde normanne siciliane, capelli solidi, lucidissimi, raccolti in lunghe trecce da bambina, quale in realtà ancora è, ma le poche volte che li scioglie le scorrono sulle spalle come oro liquido. pure i ragazzi sono straordinariamente belli. molto alti, molto magri, cone dei bellissimi volti, pelle chiara e capelli neri, e tanto straziantemente giovani. tanto assurdamente bambini.

1 commento:

  1. una settimana da esaurimento, e le precedenti come sono state? e le future come saranno?

    RispondiElimina