venerdì 26 ottobre 2007

VOGLIA DI CITARSI ADDOSSO


"ora l'inverno del nostro scontento
è reso estate gloriosa da questo sole di york,
e tutte le nuvole che incombevano minacciose
sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo
dell'oceano.ora le nostre fonti sono cinte di
ghirlande di vittoria,le nostre armi malconcie appese come trofei, le nostre aspre sortite mutati in lieti incontri,
le nostre marce tremende in misure deliziose di danza.
la guerra dal volto grifagno ha spianato la fronte corrugata,
e ora,invece di montare destrieri corazzati per atterrire le
anime di nemici impauriti ,saltella agilmente nella camera
di una signora al suono seducente di un liuto."


PS. l'estate scorsa in un mercatino di libri usati in svizzera avevo trovato una bella edizione delle opere del Bardo, ma cara assai. e' rimasta lì. ci saranno altre occasioni

1 commento: