mercoledì 3 ottobre 2007


COSA NE DITE DI QUESTA? ME LA PASSANO?



Non ho i dati completi riguardo al signor Caio. Si trattava di un paziente assi difficile. Ipercolesterolemico con una forte familiarità per malattie vascolari, aveva avuto diverse crisi sincopali; fumatore, ipertensione sistolica che si accentuava sotto sforzo, con moglie con diabete mellito di tipo 2 obesa, non accettava neppure di mettere in discussione le sue abitudini alimentari. Il signor Caio non desiderava eseguire i necessari controlli per la rivalutazione del suo rischio cardiovascolare globale. Dopo aver concesso un certo numero di rinvii ho deciso di non trattare oltre. Non ricordo esattamente cosa gli ho detto, ma deve essere stato più o meno: se non mi porta questi esami la medicina del colesterolo se la va a far prescrivere da qualcun altro. Lui mi ha preso in parola.


Non intendo ricontattarlo per tornare sull'argomento.


1 commento:

  1. se te la passa la tua coscienza e la deontologia professionale penso che lor signori si debbano accontentare

    RispondiElimina