martedì 25 settembre 2007

Ecco, è arrivato il mio pz quello col trousseau, e la tac è brutta. Lui ha cominciato a parlare di notaio, della casa che non è ancora a suo nome, ma indivisa con la sorella, e della fratellanza  di cui fa parte nella sua parrocchia che comporta funerali, tomba, accompagnamento e luce perpetua, e poi ha detto che è stufo, e gli dispiace per il mondo e la natura per quanto è bella, ma faranno a meno di lui e pazienza. Allora, signori, rimettiamo i piedi in terra. Certi problemi non sono problemi. Un abbraccio da Capsicum

2 commenti:

  1. hai ragione tu...

    spesso ti leggo proprio per quello. Per ritornare con i piedi per terra.


    Un abbraccio a te

    RispondiElimina
  2. Di fronte a certe situazioni tutto il resto diventa relativo.

    Stai diventando un appuntamento quotidiano.

    Continua così...

    RispondiElimina