domenica 25 marzo 2007

MARCELLO



 


Ti prego di lasciare questi luoghi


dove il sale fa amara ogni pietanza.


Non so pensarti in un luogo lontano


da tutto ciò che ci può accomunare.


Perciò ritorna alle cose più care:


 


alla semplicità di sere tranquille,


alle parole non dette, ai respiri leggeri,


alla penombra dei crepuscoli lenti,


ai sogni, ai pensieri, ai libri annotati


dove posso cercarti e trovarti ancora.

Nessun commento:

Posta un commento