mercoledì 14 marzo 2007

LUCIANO


 


Mio caro morto dimenticato.


Lucianino dal triste sorriso,


senza futuro, piccolo


e senza gran peso,


volto di bimbo assonnato.


Partito prima d’esser uomo con noi,


noi che crescemmo,


le donne pettorute, diane


silenziosissime ed armate,


gli uomini ciarliere prede.


Noi che crescemmo ricordando.


Ricordandoti. Certe volte.


Dimenticandoti più spesso.


M’è rimasto il tuo sorriso.


Ti voltasti e vidi un sorriso.


 

1 commento: