martedì 6 marzo 2007

LA RAGIONE PER CUI


Il marito si aggira canticchiando, mezzo in pigiama. Ha ascolatato Speak easy su radiomontecarlo, con Clive.


-Ma tu lo sai cos'è uno speakeasy? dice.


 -Si, certo, cos'era.


-Ma davvero lo sai?


-Non mi sembra tanto strano. Ci andavano tutti,l no? Ci saremmo andati anche noi.


- Invece è fuori dall'ordinario.Se lo chiedo in ufficio da me, posso scommettere che non lo sa nessuno. E lo sai quando sono finiti?


-Nel 32?


-Si, Dieci anni giusti. E la legge, lo sai come si chiamava?


-Questo poi non me lo ricordo. Actqualcosa. Non me lo sono mai ricordata quel nome


E lui me lo dice. Neppure adesso me lo ricordo, VollqualcosaAct, un nome che non mi interessa. Così gli dico e poi aggiungo - Ma è per questo che mi hai sposata, perchè sono fuori dall'ordinario


-Si, è vero, dovrei ricordarmelo più spesso.


Ora, marito mio, non ho capito se è un complimento questo, se vuoi dire che dopo tanti anni pensi ancora di avere vicino una donna speciale,  oppure se ti è scappato detto che non sempre ti ricordi  perchè stiamo insieme, ma sicuramente io me lo ricordo, che ti ho sposato perchè quando parlo di qualcosa, qualunque cosa, con te, tu sai di cosa parlo, almeno grossomodo, e perchè hai sempre qualcosa da raccontare che vale la pena d'essere ascoltata, e anche se per la ventisettesima volta consecutiva non mi regalerai le mimose, fra due giorni, ti ho comprato due libri stamattina da Feltrinelli, così per non perdere l'abitudine di pensare un po' a te. Che poco dopo mi hai telefonato per raccontarmi l'ennesima perla trovata in una pratica "Si allega la copia informe del verbale richiesto", dimostrando se non altro che tu pure hai l'abitudine di pensare a me.

7 commenti:

  1. :-)....è bello leggere e c'è amore....nonostante tante cose.... l'amore ha tanti aspetti...


    Ciao ciao

    Linda

    RispondiElimina
  2. io non lo sapevo. ma sto leggendo un romanzo. ambientato in quegli anni. così, beh. il romanzo è Passeggiata selvaggia (walk on the wildside) di nelson algren. io ho un'edizione non nuova. però è uscito col titolo originale per una casa editrice cui piace tanto la letteratura usa. vabbè. ciao. buona serata;-)

    RispondiElimina
  3. io ascolto spikisi ma ignoro cosè spikisi di cui parli the,,,,,

    RispondiElimina
  4. sono cattivella, lo so ;) erano quei localini clandestini gestiti dalla malavita in cui si infrangeva la legge ingerendo birra e altre peccaminose bevande negli anni del proibizionismo. I bar, insomma.

    RispondiElimina
  5. ahdai,,,,mica lo sapevo,,,,,,,,

    ps clive è veramente odioso neh?

    RispondiElimina
  6. mi piace davvero tanto leggerti medichessa mia. E ho una fortuna

    grande io ad essere una tua paziente!

    RispondiElimina
  7. mare, le uniche mimose che ho ricevuto! grazie!.

    Una paziente tra i lettori del blog! prima o poi doveva succedere. Baci

    RispondiElimina