lunedì 5 febbraio 2007

Un primo pomeriggio limpido e soleggiato, appena un po' fresco, una giornata così luminosa. i primi ad arrivare i fiori dei ragazzi del calcio. Poi, un po' per volta, s'è riempito il sagrato, e la chiesa. I ragazzi , i suoi allievi a scuola e quelli della società sportiva, poi gli amici del gruppo teatrale, gli amici dei figli, i colleghi di lui, della moglie, gli amici, i vicini. Quanti.


E' forse semplicemente il fatot d'esser morti così giovani, ancora nel pieno della prorpia attività vitale, oppure ho ragione a pensare che solo in pochi radunano attorno a sè tanto calore?


Persino don Ivo è riuscito ad essere semplice, ad evitare la retorica, ed il suo odio per gli applausi in chiesa, non l'ha espresso stavolta.


Eppure, in quanto poco tempo è tutto finito

Nessun commento:

Posta un commento