mercoledì 19 aprile 2006

IERI...E OGGI


Ieri scrivo il solito post, poi lo mando e me lo vado a rivedere sul blog. Sono una vecchia signora, faccio un sacco di casini, errori di battitura compresi, e ricontrollo sempre. Butto l'occhio cul contatore e dico: ma che succede? vuoi vedere che il Gatto ha parlato di nuovo di me?


E invece, eccomi su vitadabloggher di splinder! Lo sapete che mi sono emozionata? Alla mia età!


Benvenuti! Accomodatevi pure, spaparanzatevi, leggete, girate come se foste a casa vostra, fatevi un giro anche nell'archivio delle storie che si trova sulla Casa dell'Ozio. Quando ci andate, se cliccate sui link a destra li potete usare come se fossero l'indice di un libro.


Buona lettura e baci a tutti


Capsicum

4 commenti:

  1. Ho pensato, leggendo la tua "autorecensione" (si può dire così?) che anche a me sarebbe piaciuto avere un lavoro di cui raccontarne...un giorno credo l'avrò. Un giorno, quando avrò messo la mia bella insegna "Libreria Almayer" in testa al mio futuro negozio credo che racconterò dei modi di leggere della gente, dei loro modi di accostarsi agli scaffali, i mille modi che esistono per tenere in mano un libro, per sfogliarlo. Parlerò di ristampe e dei loro odori, dell'emozione di riorganizzare i miei spazi, della forza e dell'orgoglio della prima persona a cui avrò venduto il mio primo libro. Ce l'ho dentro questa cosa. E ne sono contenta. Oggi lavoro in banca, effettivamente non c'entro proprio un bel niente qui, lavoro chiusa in un palazzone ultramoderno dove ogni giorno rivedo le stesse facce. Una volta lavorai in un call center, uno di quei centri assistenza telefonici, era stancante, malpagato ma divertente. La gente ne diceva di ogni al telefono, strafalcioni, battute incomprensibili, accenti indecifrabili. Interessante a suo modo. Mi sono sempre domandata quando uno impara ad essere medico al 100%, voglio dire, io avrei una fottuta paura di sbagliare. Che qui, se erro, al massimo do una carta di credito al posto di un bancomat, ma li? Li se sbagli?

    a prestissimo!

    RispondiElimina
  2. benvenuta nel circolo dei bloggher fighetti che ciucciano capirinha dalla cannuccia nel privè del della casa del Dottor Splinder.

    RispondiElimina
  3. ...ho fatto per caso un giro in "splinder" e ti ho scoperta...credo proprio passerò di frequente ;-)!!!

    buona giornata

    RispondiElimina
  4. greazie per avermi fatto accomodare nel suo blog... lo visiterò spesso perchè le poche parole che ho letto in questo suo post mi mettono a mio agio e riflettono una bella luce... anche io faccio molti errri di battitura ... ma che importa? cioò che conta è la sostanza... ciò che conta è ciò che le sue parole (errori di battitura compresi9 hanno da comunicare.

    RispondiElimina