giovedì 30 marzo 2006

TISI NEL 2006



Lunedì mi chiamano i miei pazienti, quelli che hanno la figlioletta che mi vuole affibbiare sempre qualche cucciolo. Stanno in aperta campagna, in fondo ad una lunga strada bianca piena di buche (in questa stagione tutte "con acqua"..).  E' una vecchia casa colonica ristrutturata abusivamente dal mio paziente che ha fatto da geometra e da capomastro e dalla moglie parenti vari che hanno fatto da manovali, imbianchini, muratori ed idraulici. Lui bada alla vigna, al pollaio, ai maiali, lei fa lavori a cottimo a domicilio. La maggiore vive in città con la nonna ed è apprendista liutaia, la piccola alleva con grande successo cani e gatti bastardi.


Il fratello di lei sta male e sabato pomeriggio si è presentato da loro con la sua valigina. Non ce la faccio più, fammi mettere a letto qui da te. Il suo medico per telefono dice alla sorella: siete troppo lontani laggiù, digli di venire in studio da me. E' una parola! Non arriva dal divano alla tavola!  Così chiamano me. Ha la febbre, chiedo, e mi rispondono di no. Vedo se posso venire oggi, altrimenti mando un collega.


Poi la giornata ingrana bene, le visite vanno per il loro verso e mi ritrovo a metà mattina proprio a un paio di chilometri da loro.


Allora, dottoressa, si ferma che le faccio due crescentine? E' un anno che me lo promette e non ha mai tempo!


Ma neppure stavolta ho il tempo per le crescentine, solo per suo fratello.


Fa il rottamaio, dipendente però, non autonomo, e usualmente vive in un paese a una quindicina di  chilometri da qui.


Ora, io non ho mai visto una tisi florida, ma se c'è una cosa che le somiglia è questa. Sarà 45 chili, tossisce sangue da due settimane, non ha la febbre ed il suo polmone destro o ha un cancro o una brutta broncopolmonite di quelle da aspergilli o candide che hanno i malati di AIDS, oppure, boh, una tisi?


Discutiamo un po' su come fargli fare gli esami prima possibile, io insisto sulla urgenza e concordiamo un invio in Ospedale.


OK, oggi arriva la diagnosi, hanno fatto presto, come potete notare, e lui sta già reagendo bene alla terapia.


Ma quello che io volevo dire è: tutti parlano della miseria del terzo mondo, del quarto, del quinto. La TBC florida dei rottamai dipendenti nella florida Emilia interessa? 

Nessun commento:

Posta un commento