martedì 13 luglio 2004

OGGI AL PARLAMENTO


Il Pescatore segue con attenzione il dibattito sulla possibilità di disperdere le ceneri di un morto nel luogo da lui scelto. Ha fretta, spera ardentemente che questa nuova legge passi in tempo per lui.


Mi ha raccontato di quando andava a pescare nel Panaro, in primavera, e attraversava distese di ciliegi in fiore, così fitti, e se tirava una buona folata di vento sembrava venisse la neve, neve rosea e profumata. Vuole tornare per sempre nel fiume, lasciarsi portare e disperdere dalla brezza, posarsi sull'acqua, affondare leggermente e lentamente, seguire per un po' la corrente ed infine tornare a far parte, per sempre, del mondo che ama.

1 commento: