domenica 9 maggio 2004

UNA PERLA DI REALTA'


 



Se chiudo gli occhi vedo una piccola sfera, iridescente e vorticante, fatta di nebbia compatta, che si libra subito sotto il diaframma, immersa nel rosso flusso dell’aorta. Ad ogni respiro questa concrezione d’angoscia sussulta verso il basso e risale, elasticamente, con un piccolo colpo provocando un battito dolente al cuore sovrastante.


Non ho singhiozzi che possano frantumarla, neppure un urlo che, vibrando, ne spezzi la superficie esplodente in minuscole scroscianti gocce di pianto.


Nessun commento:

Posta un commento