venerdì 6 febbraio 2004

Sapete, c'è un metod...

Sapete, c'è un metodo standardizzato per dare le cattive notizie. Lo devo aver archiviato da qualche parte. Magari lo cerco e me lo vado a rileggere. All'epoca non mi sembrò nulla di particolarmente innovativo, ma forse mi servirà per contenere il dispiacere. Mi dispiace proprio ma proprio tanto.

3 commenti:

  1. Le cattive notizie s'enunciano asciutte e senza espressione. E' il modo migliore per farle diventare indimenticabili.

    RispondiElimina
  2. Dove lo ha letto? Sul manuale di retorica di Olbrecht-Tytheca?
    a.moroni

    RispondiElimina
  3. io prima di dire qualcosa mi chiedo sempre quanto di questo qualcosa il mio interlocutore vuole davvero sapere, e mi regolo così. poi, è chiaro, si può sempre scazzare. la regola non esiste, mica tutti vogliono sapere, mica tutti vogliono ricordare, e chi sono io per decidere al posto loro cosa devono sapere o no?

    RispondiElimina