sabato 27 dicembre 2003

segue..

segue..


 



Non vorrò più un altro amante,


dell’amore sarò solo spettatrice.


Non sei più quel ch’eri prima


Dico che t’hanno raccontato menzogne.


L’amore è venuto a mancare,


anche se donna capisco i tuoi modi.


Mi fai del male poiché m’inganni


Non t’ho fatto gravi torti


E neppure per un po’ t’ho abbandonato.



 


Neppure un momento m’hai abbandonato,


Ascolta e credi a quel che dico io.


Nel cuore mio sei sempre.


Se tu sei giusta come io credo


L’amore non lo perderò mai.


Sappi che sono sempre lo stesso.


Impiego il tempo a pensare


E sempre a dire che mi sei promessa.


La gente gelosa non l’ho ascoltata.



 


Dici che non ascolti la gente gelosa,


ma credi ch’io ne sia così sicura?


Attento, non cibarti di malelingue


Perché ti faranno venire la febbre alta.


Sono giorno e notte sempre impegnate


A dir di me ogni impostura


Ed io, la misera, triste ed afflitta,


sto piangendo il mio destino


e abbandonata da chi m’ha amata.



 


Chi ti ha amata mai non t’abbandona,


questo ti dico e questo credi.


Cosa vuoi fare coi discorsi della gente?


Non essere così credulona:


il mondo promette molto e poco rende


ma la legge proibisce che c’inganniamo:


perciò sei sempre nei miei pensieri


e non passa mese, né ora, né giorno


ch'io non confermi il si che ci scambiammo)


 




Il mondo è cambiato, vedete? Il progresso ci ha donato la televisione....


 

Nessun commento:

Posta un commento